Codice fisc.:

Password:
Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Novità - News dall'Unione - 3 dicembre 2014

espandi e contrai Filtri
Dal:
Al:


Filtra
Cancella

Comunicato stampa: IMU COMUNI MONTANI

logonews mercoledì 03 dicembre 2014

"Commercialisti: ancora una volta risolutori last minute"

Ci risiamo!

Sono passati ormai otto mesi da quando il decreto 66/2014, meglio conosciuto come decreto bonus Irpef, modificava le regole di esenzione IMU per i comuni montani. Le disposizioni attuative venivano demandate ad un provvedimento interministeriale che, come stabilito dalla legge di conversione, doveva essere emanato entro novanta giorni dalla stessa, quindi entro il 22 settembre 2014.

Con 70 giorni di ritardo e a 14 giorni dalla scadenza del 16 dicembre per il pagamento dell'Imu, viene annunciato con Comunicato Stampa, la pubblicazione del decreto che ha limitato l’esenzione totale dall’Imu ai Comuni con altitudine superiore ai 600 metri sui livelli del mare, limitandola ai coltivatori diretti e I.A.P., per altitudini comprese fra i 281 e i 600 metri. Le nuove disposizioni invitano i contribuenti a prelevare e "filtrare" da una specifica sezione del sito Istat, con procedura "fai da te" l'elenco dei Comuni interessati dalla modifica.

Non si tratta più di violare i principi dello Statuto del contribuente ma di prendersi ormai beffa delle sue prescrizioni!

E' davvero inaccettabile che l'art. 3 dello stesso decreto richiami l'art. 10 dello Statuto, ispirato dal principio della collaborazione e della buona fede tra contribuente e Amministrazione Finanziaria. Il percorso che ha condotto all'emanazione, last minute, del provvedimento Imu, è palesemente in antitesi con qualsiasi ipotesi di "collaborazione e buona fede", la cui sterile proclamazione è ormai all'ordine del giorno!

A questo punto, è retorico chiedersi chi si farà carico di gestire questo ritardo!

Dopo la girandola di scadenze e adempimenti del 2014, soprattutto in materia di imposizione locale, cosa sarà mai, per noi Dottori Commercialisti, gestire, in tempo record, il calcolo dell'Imu per tutti quei Comuni che da esenti, totali o parziali, diventeranno imponibili?

Cosa sarà mai dover comunicare, a ridosso del pagamento, a proprietari di terreni che non hanno mai versato né Ici né Imu, che le regole sono cambiate otto mesi fa, ma le istruzioni sono dell'ultima ora!

Ancora una volta le conseguenze negative della decretazione e dei provvedimenti d’urgenza sono a carico dei Dottori Commercialisti! 

L'Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili non può che augurarsi che si adottino rapidamente i dovuti correttivi così da evitare che i ritardi dell'Amministrazione statale, ricadano, soprattutto in termini sanzionatori, sui contribuenti e sui loro consulenti.

Non ci si aspetta una proroga di 70 giorni, pari al ritardo di pubblicazione del provvedimento, non chiediamo tanto!! Ci si accontenterebbe del rispetto dei 60 giorni previsti dall'art.3 dello Statuto del Contribuente!

La Giunta UNGDCEC





© copyright Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili
Circonvallazione Clodia, 86 - 00195 Roma (RM) - tel. 06 3722850 - fax 06 3722624 - E-mail info@ungdc.it
P.IVA 05356201003 - CF 03367080151
Informativa sulla privacy

Realizzato da OPEN Dot Com Spa - Società di servizi dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili